La Mostra -

La Mostra

bcbiennal09.jpg
E' giunta alla conclusione la quarta edizione della Biennale "Barbara Cappochin".

Inaugurata il 27 ottobre 2009 e conclusa il 1° marzo 2010, la mostra personale di Zaha Hadi  ha rappresentato una retrospettiva completa,  un viaggio attraverso i  progetti e le  opere del grande architetto anglo-irachena, un percorso che ha voluto spiegare al pubblico la sua concezione dell'architettura e del design.



La Mostra.....
uno sciame di forze ondulate. Arcipelaghi di centinaia di blocchi differenziati da forme geometriche dinamiche e fluide che si muovono con andamenti continui e repentini: a momenti si dispongono in una trama a rete, poi si increspano come bozzoli, all'improvviso si concentrano come grappoli, per poi stendersi come paesaggi. E' uno spettacolo di energie visive il maxi allestimento che ha curato personalmente l'archistar anglo-irachena Zaha Hadid per la sua mostra antologica con cui invade letteralmente fino all'1 marzo i duemilacinquecento metri quadrati del Salone del Palazzo della Ragione, monumento tra i più affascinanti e suggestivi della città, che vanta il tetto "più largo" d'Europa costruito senza il supporto di colonne, una grandiosa copertura lignea di forma ogivale alta quaranta metri.

(tratto dal quotidiano Repubblica del 30.10.09)



_MG_4980.jpg
_MG_4982.jpg
_MG_4986.jpg
_MG_5001.jpg
_MG_5043.jpg
_MG_5045.jpg
_MG_5067.jpg
_MG_5113.jpg
_MG_5127.jpg
_MG_5178.jpg
_MG_5193.jpg





Il 30 maggio a LONDRA presso  l'Istituto di Cultura Italiana a Londra l'architetto Viviana Muscettola dello studio Zaha Hadid ha presentato il progetto Mostra che sarà allestita al Palazzo della Ragione a Padova
ZHA_Abu Dhabi Performing Arts Centre_Exterior Pers...
nell'immagine: "Abu Dhabi Performing Arts Centre"



  ZAHA HADID

e’ un architetto che costantemente sfida i limiti finora conosciuti nell’ambito dell’architettura, dell’urbanistica e del design. Con il suo lavoro di ricerca, Zaha Hadid persegue una continua esplorazione volta a definire nuovi concetti spaziali.
Nel 2004 Zaha Hadid e’ stata insignita del Pritzker Prize, considerato il Premio Nobel dell’architettura, ed e’ internazionalmente conosciuta per il suo contributo in campo accademico Fondamentale per Zaha Hadid e’ il rapporto tra architettura e paesaggio che, combinandosi assieme, portano a risultati inaspettati in termini di dinamismo delle forme.
Tra le opere piu’ importanti ricordiamo il Phaeno Science Center a Wolfsburg, Germania, che rappresenta appieno il risultato della ricerca di Zaha Hadid verso la definizione di complesse forme di spazio caratterizzate da dinamismo e fluidita’.   
Altre opere come il Rosenthal Center for Contemporary Arts in Cincinnati, USA, e  il Central Building dello stabilimento BMW di Lipsia in Germania, vengono acclamate come esempi di un’architettura che trasforma l’idea di futuro attraverso inesplorati concetti spaziali e forme visionarie.
Al momento, Zaha Hadid sta lavorando ad un vasto numero di progetti tra i quali: l’Aquatic Centre per le Olimpiadi di Londra del 2012; le Signature Towers a Dubai; il Performing Arts Centre ad Abu Dhabi; il Teatro dell’Opera a Guangzhou, Cina; residenze private negli Stati Uniti e in Russia; masterplans in Spagna, Istanbul e Medio Oriente.
In Italia, Zaha Hadid sta lavorando al progetto CityLife nell’ambito della riqualificazione dell’area della vecchia Fiera di Milano; al Museo di Arte Nuragica e Contemporanea di Cagliari; al nuovo Terminal marittimo del porto di Salerno; alla nuova Stazione Ferroviaria di Napoli-Afragola; la rigenerazione del lungomare di Reggio Calabria oltre naturalmente al MAXXI, Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo, che aprira’ a Roma nell’estate 2009.   
Il lavoro e le opere di Zaha Hadid sono stati oggetto nel 2006 di una retrospettiva al Solomon R. Guggenheim Museum di New York e nel 2007 al Design Museum di Londra.





Project List